Emozioni senza fine

 

"Amo la gente intelligente, mi piace tanto incontrarmi con gente così, è proprio bello, mi diverte. E, a una certa età, l'intelligenza è fatta anche di estremo abbandono. Una persona che non si abbandona a sessant'anni, che ancora non è generosa, che è ancora arroccata in sé non mi interessa. A questa età le barriere non sono più concesse: non c'è più tempo da perdere, perciò occorre essere diretti, semplici, arrivare subito al centro. Dobbiamo vivere, star bene; e quindi ridere, parlare, litigare, e non fingere in continuazione, non negarsi la verità. Voglio incontrare persone aperte, curiose, con cui conversare senza senza più censure. Tra i miei amici ce ne sono alcuni, giovani, che hanno capito questo discorso, e altri, vecchi, che non l'hanno capito. Io non ho più nessuna voglia di abbattere pareti, di trivellare dei muri, di picconare degli iceberg. E' una fatica troppo grande, ho già la mia da portarmi dietro. Al massimo lo posso fare volentieri per un amico o un'amica che siano altrettanto generosi con me".

 

 

Ornella Vanoni (Noi due, una lunga storia - 2004 - Mondadori) - Photo Tony Meneguzzo

 

 

 

ARTICOLI

2004: Ornella & Gino (Rosario Bono) 2008: L'incontro di due miti (Rosario Bono) - Ho l'Eros nel cuore (Panorama) - Da Ornella a lezione di divinità (Il Giorno) - Un tuffo al cuore (Carmelo Serafin)

 

BIBLIOGRAFIA

Non ho mai perso la Bussola (Sergio Bernardini)

 

CINEMA

I viaggiatori della sera (varie fonti)

 

RECENSIONI

Più di me (Rosario Bono)